Un anno di sforzi che hanno portato a un risultato incredibile: 150 tonnellate di reti recuperate dai fondali


Rispetto.

Per poter creare un prodotto di elevata qualità è necessario rispetto:

  • Rispetto dei tempi necessari alle cozze per crescere;
  • Rispetto dei lavoratori che hanno bisogno di poter lavorare nelle migliori condizioni;
  • Rispetto del mio cliente a cui voglio fornire il miglior prodotto possibile;
  • Rispetto per l’ambiente e l’ecosistema che mi da la possibilità di allevare le mie Mitilla.

Sono certo che tutti i miei clienti (sia i professionisti che rivendono Mitilla, sia gli appassionati che la vogliono degustare) condividono questo mio pensiero.
Mentre sul processo che porta Mitilla sulla tua tavola ho pieno controllo, per quanto concerne l’ambiente non sono l’unico che naviga nel nostro splendido mare!
Ecco così che, insieme ad altri operatori del settore e grazie alle autorità, ho deciso di non lasciare che i nostri valori siano solo un pensiero e ci siamo attivati per ripulire i fondali del nostro mare dai rimasugli delle vecchie reti da pesca.


In un anno un risultato grandioso: ben 150 tonnellate di reti recuperate.

Ci è costata fatica ma siamo felicissimi perché ne vale davvero la pena!

Colgo l’occasione per ringraziare l’Assessore all’Ambiente Massimiliano De Martin e Alessandro Scarpa Marta per le parole espresse nell’articolo de La Nuova Venezia di ieri, che tratta questi temi, e che vi allego di seguito:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *